CRUS, le nuove disposizioni per le attività didattiche e le lauree


Nel corso della riunione del CRUS (Comitato Regionale Universitario della Sicilia) svoltasi il 29 ottobre scorso e convocata dal Presidente Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università Kore di Enna, si è affrontato in modo univoco il tema del prosieguo dell’anno accademico, considerando anche quelle che sono state le richieste arrivate dagli studenti e dai docenti sul ricorso precauzionale alla didattica mista o a distanza.

Si indicano  di seguito le disposizioni dell’Ateneo perloritano in merito alle attività didattiche del primo semestre 2020/21.

Le lezioni presso l’Ateneo peloritano continueranno a svolgersi in modalità mista (blended), in presenza e da remoto Qualora il numero di studenti che richiedono la frequenza della lezione in presenza risulti inferiore alle 10 unità, la stessa verrà tenuta esclusivamente da remoto.

Le lezioni presso le sedi decentrate (Noto e Priolo) si svolgeranno in modalità telematica.
I docenti residenti fuori città potranno essere autorizzati a tenere le lezioni in modalità a distanza.

Anche le lauree si svolgeranno in modalità blended; per quelle espletate in presenza è ammessa la possibilità di accesso alle strutture di un numero contingentato di accompagnatori (max cinque per ciascun laureando).

Per quanto riguarda gli esami si svolgeranno, di norma, in modalità a distanza, eccetto per i corsi che prevedono una prova scritta per l’espletamento della quale i docenti responsabili richiedano la presenza in aula, casi particolari saranno valutati e decisi dai Rettori sentiti gli Organi collegiali.

I  tirocini si svolgeranno in modalità a distanza.

 

Per i TFA sostegno e per i tirocini del corso di laurea di Scienze della Formazione Primaria verrà fatta richiesta ai Dirigenti scolastici di prevedere l’ingresso nelle aule virtuali dei tirocinanti iscritti ai corsi di riferimento.

Le attività di ricerca di dottorandi e tesisti potranno svolgersi in presenza; tutte le attività degli specializzandi continueranno a svolgersi in presenza.

Gli spostamenti relativi al programma Erasmus e a tutti i programmi di mobilità internazionale sono sospesi per docenti, studenti e personale TA degli Atenei siciliani, fatti salvi i casi di percorsi già avviati; le Università siciliane rimangono disponibili, in presenza di richieste pervenute da Atenei stranieri, nel rispetto delle direttive dell’agenzia Erasmus, di accogliere studenti che possano frequentare in modalità da remoto. Sono altresì sospesi i tirocini curriculari e post curriculari fuori Regione e all’estero.